Home / Mare e spiagge / Tropea: cosa vedere
tropea

Tropea: cosa vedere

Tropea è una delle località turistiche più famose della regione Calabria. Posizionata sulla costa orientale, Tropea attrae ogni anno migliaia di visitatori, che rimangono affascinati dalla bellezza della sua spiaggia e dalla particolarità del paese di poco più di seimila abitanti, nato dalle rovine di un ex cimitero bizantino. La leggenda narra che l’antico centro di Tropea sia stato fondato da Ercole, il quale – secondo il racconto mitologico – era di ritorno dalla Spagna e da quelle che oggi sono state ribattezzate come Colonne d’Ercole, famose in tutto il mondo.

Santuario Santa Maria dell’Isola e centro storico

Il simbolo della città di Tropea è il Santuario di Santa Maria dell’Isola, che sorge arroccato su un promontorio posto di fronte alla nota località calabrese. Nato durante il periodo del Medioevo, fu abitato per lunghi anni dai monaci benedettini. La struttura di oggi è profondamente differente da quella originale, se si considera che l’antico edificio fu danneggiato seriamente dai due grandi terremoti che sconvolsero la regione, a fine 1700 e nei primi anni del 1900. Rispetto alla struttura originaria, l’aggiunta più marcata è rappresentata dalla scalinata, che oggi consente a decine e decine di visitatori ogni giorno di raggiungere il Santuario e godere del panorama circostante. Chi ha in programma una visita a Tropea non può non visitare il centro storico della città, altro punto di forza per il piccolo paese calabrese. Quest’ultimo vede sorgere diversi palazzi nobiliari, datati al 18° e 19° secolo, che hanno conservato intatto il loro fascino nel corso degli anni. La loro posizione – nella sommità della rupe a strapiombo sul mare – rende il tutto ancora più magico agli occhi dei visitatori.

La cattedrale e la spiaggia di Tropea

Un altro monumento storico da visitare durante una vacanza a Tropea è la cattedrale di Maria Santissima di Romania, che ospita la statua della Madonna di Romania, la protettrice della rinomata città calabrese. Lo stile barocco fu introdotto soltanto a partire dal Seicento, visto che la costruzione dell’edificio – ad opera del popolo dei Normanni – risale intorno all’anno 1000. I due grandi terremoti che si verificarono tra la fine del 1700 e l’inizio del 1900 misero in pericolo l’esistenza stessa della cattedrale, che oggi vive grazie ad un’importante opera di restauro. Il punto di maggiore attrazione della città, però, rimane la spiaggia di Tropea, che si estende per circa 3 km e che ospita ogni anno migliaia di turisti provenienti da ogni angolo del mondo. Oltre alla sabbia bianchissima e il mare cristallino, la spiaggia offre una panoramica sulla città fantastica, così come sul Santuario di Santa Maria dell’Isola. Chi si siede per la prima volta sulla spiaggia e alza lo sguardo si rende conto subito del perché questo luogo è considerato così speciale.

Check Also

fossa delle marianne

La fossa delle Marianne

È difficile immaginare cosa si deve provare galleggiando su una barca quando sotto le acque ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *