Home / Mete verdi / Cammino di Santiago: le tappe da percorrere in bici
santiago de compostela in bici

Cammino di Santiago: le tappe da percorrere in bici

Il Cammino di Santiago è la meta più amata di migliaia dei pellegrini che ogni anno lo percorrono a piedi (circa l’87%), in bicicletta (circa il 12%) e addirittura a cavallo. Nel 1993 il Cammino è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO ed è un viaggio che va intrapreso almeno una volta della vita. Il percorso, lungo circa 800 km, comincia tradizionalmente a Roncisvalle, in Francia, per poi entrare subito in Spagna. Gran parte dei pellegrini preferisce intraprendere quest’esperienza piedi ma molti preferiscono dimezzare il tempo optando per la bicicletta. Il Cammino di Santiago si può percorrere in due modi: pedalando lungo la strada o sul sentiero originale per i pedoni. Nel primo caso è necessaria una bici da strada, nel secondo una comoda mountain bike.

La prima cosa da fare è scegliere l’itinerario. In bicicletta, l’intero percorso si può suddividere in 13-15 tappe, dai 45 ai 60-70 km al giorno. Il bagaglio non deve essere molto pesante, dunque conviene portare lo stretto necessario: l’unica cosa che non deve mai mancare è l’acqua, in quanto non sempre ci sono sorgenti o negozi lungo il percorso. Indossare il casco è obbligatorio e non devono mancare i ricambi essenziali per la bici, i documenti personali, una mappa e un campanello per poter avvisare i tanti pellegrini a piedi del proprio passaggio. Se si dispone di più tempo, è meglio alternare giorni di viaggio con giorni di riposo, per poter recuperare le energie e godersi gli splendidi paesaggi che si attraversano. Prima di partire conviene decide dove dormire la notte, ma non è un problema dato che sono presenti molto ostelli e pensioni in cui i pellegrini possono dormire a prezzi bassissimi: da 3 a 20 euro a notte.

I paesaggi durante il percorso sono ricchi di contrasto, in quanto si attraversano montagne, coste, valli e boschi. Il Cammino è anche un percorso nell’arte Europea e nella storia: si passa per strade romane e ponti medievali, si possono ammirare borghi fortificati, castelli, cattedrali gotiche e cittadine bellissime come Burgos e Leòn. Arrivati a Burgos, a soli 20 km dalla città si trova l’area archeologica di Atapuerca, il più importante sito paleontologico d’ Europa. La Cattedrale gotica di Burgos, invece, è l’unica chiesa dichiarata Patrimonio dell’Umanità di Spagna. La meta finale dei pellegrini è la città di Santiago di Compostela, capoluogo della comunità autonoma della Galizia. Arrivare al traguardo rappresenta per tutti è una grande emozione, e i viaggiatori dimenticano tutta la fatica ammirando sul proprio libretto del Cammino di Santiago l’ultimo timbro dell’Ufficio del Pellegrino. Ancora più toccante è il momento della messa nella Cattedrale di Santiago di Compostela, con la quale si festeggia la fine della lunga avventura.

Check Also

aurora boreale

Dove vedere l’aurora boreale

Uno degli spettacoli più affascinanti della natura L’aurora boreale è uno degli spettacoli più affascinanti ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *