Home / Mete verdi / La foresta di Sherwood esiste veramente? Ecco come arrivare
sherwood

La foresta di Sherwood esiste veramente? Ecco come arrivare

Impossibile non conoscere la storia del leggendario principe dei ladri, che rubava ai ricchi per dare ai poveri. Stiamo parlando di Robin Hood. Ma esiste davvero la Foresta di Sherwood, luogo in cui era ambientata la leggenda? Ebbene sì, la nota Foresta, conosciuta attraverso i film e i libri, si trova a due ore dalla città di Londra e qui vi è la possibilità di effettuare un tour tra le terre di Robin Hood. Tale personaggio ha sempre appassionato milioni di persone e sono in molte quelle che si chiedono se sia davvero esistito.

La storia di Robin Hood è stata raccontata inizialmente dai cantastorie, durante le ballate medievali. Successivamente, i racconti riguardanti il principe dei ladri sono stati messi per iscritto, per essere ricordati e tramandati nel tempo. Durante il corso del periodo medievale, Robin Hood era visto come un bandito come tutti gli altri. Ma con il trascorrere del tempo, la sua figura è iniziata a divenire sempre più complessa. Infatti, la storia parla di un abile arciere, molto amato dalla popolazione del luogo, in quanto insieme ai suoi seguaci dava ciò che rubava ai più poveri. Nel corso della sua vita, Robin Hood ha vissuto tra le terre della Foresta di Sherwood, nascondendosi dalla grinfie dello sceriffo. Non è del tutto certo se si tratti di una leggenda inventata o di una vera storia, ma fatto sta che la Foresta di Sherwood esiste davvero.

Tanti sono i visitatori che ogni anno decidono di entrare a contatto con le terre di Robin Hood. Tanti sono i luoghi straordinari che fanno parte della Foresta. Innanzitutto vi è il rifugio principale del principe dei ladri, ovvero la “Major Oak“, un grandissimo albero. All’interno della Foresta è possibile fare delle lunghe passeggiate, attraverso il parco, esplorando il luogo. Non solo: vi è anche la possibilità di effettuare delle escursioni a cavallo. Non possiamo non menzionare la “Chiesa di St. Mary“, posto in cui si sarebbero uniti in matrimonio proprio Robin Hood con la sua amata Marion. E ancora, è possibile anche visitare il “Castello di Nottingham“. È raggiungibile a piedi e qui viene data l’opportunità di respirare una vera e propria atmosfera di tipo medievale. Risalente al XVII secolo, oggi è un vero e proprio museo d’arte. Nel corso del mese di maggio, tutti i cittadini di Nottingham decidono di animare la città attraverso il “Festival di Robin Hood“. Si tratta di un evento in cui ogni cosa viene costruita riprendendo l’epoca medievale. Ma non solo: vengono anche effettuati dei corsi di tiro con l’arco e di cucina. Qui vicino è nato anche un parco in onore a Robin Hood, ovvero il “Discover Robin Hood“. Al suo interno vi è la possibilità di praticare vari tipi di attività medievali, attraverso la presenza di strutture.

Check Also

fiori

L’infiorata di Noto

Da Mantova a Salerno, passando anche per la Lombardia, tutti gli anni tra il mese ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *