Home / Mete verdi / L’infiorata di Noto
fiori

L’infiorata di Noto

Da Mantova a Salerno, passando anche per la Lombardia, tutti gli anni tra il mese di marzo e quello di agosto nelle principali città italiane e anche nei piccoli centri si assiste alla creazione di dipinti a sfondo religioso oppure profano sulla strada.

Tra queste manifestazioni ce n’è però una davvero particolare e che, ogni anno, richiama a Noto appassionati e semplici curiosi:
si tratta dell’infiorata di Noto, un evento che si tiene ogni terza domenica di maggio e che vede protagonisti i fiori.

Durante l’infiorata le strade della piccola città della provincia di Siracusa si trasformano in gigantesche tavolozze su cui gli artisti danno sfogo alla loro fantasia creando dipinti con diverse varietà di fiori, come le rose, le margherite, i papaveri, le gerbere e i garofani.

Ogni anno viene proposto un tema diverso, in base al quale gli artisti provenienti da tutta Italia realizzano sulle vie del centro delle autentiche opere d’arte profumate che lasciano a bocca aperta i visitatori.

Regina per eccellenza dell’evento è la via Corrado Nicolaci, che con i suoi 122 metri di lunghezza e 7 di larghezza si presta benissimo ad accogliere questo gigantesco tappeto fiorito. Lungo questa strada, che è la più barocca ed elegante di Noto, dominano incontrastati alcuni dei monumenti più famosi della città, come la Chiesa di Montevergini, che sembra fare da contrappunto alla Villa Dorata, conosciuta per i suoi balconi, considerati i più belli del mondo.

Per quanto riguarda le origini dell’infiorata di Noto, nonostante in apparenza possa sembrare una tradizione antica, in realtà ha appena trentasette anni: la manifestazione nacque infatti nel 1980 per iniziativa di un gruppo di artisti genzanesi. Proprio a Genzano, un piccolo paese della provincia di Roma, si sviluppò circa due secoli fa questa tecnica pittorica, simile a quella usata dai madonnari, con l’unica differenza che al posto dei colori venivano usati i fiori. Secondo la leggenda, l’infiorata nacque quando i genzanesi, per abbellire le vie su cui sarebbe passata la processione del Corpus Domini, ebbero l’idea di tappezzarle con dipinti religiosi realizzati con i fiori.

Per quanto riguarda l’infiorata di Noto, inizialmente si pensò di farla svolgere lungo la via Vittorio Emanuele, dove si trovano anche il municipio e il duomo in stile barocco, ma alla fine venne scelta la via Nicolaci perché sembrava che con le sue forme si proiettasse verso il cielo. Durante la celebre festa primaverile si tengono anche aperture straordinarie di musei.

L’edizione del 2017, che avrà luogo dal 19 al 21 maggio 2017, avrà come tema i sogni e i colori del Principato di Monaco.

Check Also

aurora boreale

Dove vedere l’aurora boreale

Uno degli spettacoli più affascinanti della natura L’aurora boreale è uno degli spettacoli più affascinanti ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *