Home / Parchi e riserve / Il parco delle Madonie
Parco delle Madonie

Il parco delle Madonie

Il parco delle Madonie: dove si trova?

Il Parco delle Madonie, situato sul versante nord-ovest della Sicilia, è stato creato nel 1988 al fine di tutelare la flora e la fauna tipiche di questi luoghi, che sono la culla della natura, della storia millenaria e della tradizione contadina.
Si trova in provincia di Palermo e si estende nei territori di: Caltavuturo, Castelbuono, Castellana, Cefalù, Collesano, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, San Mauro Castelverde, Scillato, e Sclafani Bagni.
Ognuno di questi comuni porta con sè un pezzetto di storia, ha visto l’avvicendarsi di greci, romani, bizantini, normanni, arabi e per questo motivo merita di essere visitato.

Cosa vedere: gli itinerari da non perdere

Il Parco delle Madonie abbraccia un’area di quasi 40.000 ettari, che corrono dall’entroterra siciliano fino al mare.
Il paesaggio, di conseguenza, è estremamente eterogeneo: si alternano faggi, querce, betulle e lecci; nei boschi si aggirano lepri, cinghiali, ricci e daini. Alzando, invece, gli occhi al cielo si possono intravedere aquile e falchi.
Il turista ha a propria disposizione gli itinerari delle Madonie Nord, Centro e Sud. Il primo include i territori che scendono gradualmente verso il Mar Tirreno. Il secondo è molto variegato e comprende paesaggi marini, piccole cittadine, masserie, mulini, vecchi borghi ed aree verdi incontaminate. Il terzo è caratterizzato da località diverse tra di loro e consente di avere una visione d’insieme dell’intero Parco delle Madonie.
Vi sono itinerari per tutti i gusti: da quelli più semplici a quelli più complessi.
Alcuni possono essere affrontati solo da escursionisti esperti, altri sono percorribili a piedi o a cavallo ed altri ancora richiedono una preparazione speleologica.

Il parco avventure delle Madonie

Il parco avventura consente visite giornaliere e soggiorni veri e propri. Il turista, nel primo caso, può prendere parte a diverse attività tra cui: mountain biking, tiro con l’arco e percorsi acrobatici.
Vi sono, inoltre, aree attrezzate con tavoli, panchine, barbecue ed un servizio ristorante.
Chi volesse, invece, vivere un’esperienza ancora più avventurosa può trascorrere due o più giorni al parco, soggiornando nelle tende o nelle casette entrambe collocate sugli alberi.

Dove dormire

Le strutture ricettive sono molteplici e sono adatte ad ogni tipologia di vacanza: vi sono agriturismi dotati di ogni comfort, bed and breakfast, hotel predisposti ad accogliere persone diversamente abili e case vacanze provviste di camere da letto, televisore, servzi igienici, angolo cottura accessoriato, soggiorno, impianti di riscaldamento e condizionamento.

Immagine Peppesev [CC BY 3.0], via Wikimedia Commons

Check Also

Grotte di Falvaterra

Grotte di Falvaterra: un tesoro sotterraneo

Gli amanti delle escursioni speleologiche e del turismo immerso nella natura non possono assolutamente perdere ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *