Home / Parchi e riserve / Laghetti di Avola: meraviglia naturalistica in Sicilia
laghetti di avola

Laghetti di Avola: meraviglia naturalistica in Sicilia

Uno scenario completamente diverso dal paesaggio tipico della Sicilia, chi va in vacanza in questa regione e cerca qualcosa di differente da spiagge e movida è sicuramente approdato nel posto giusto.
Collegati ai laghetti di Avola esistono degli scorci naturali che incantano, infatti si può creare un vero e proprio percorso naturalistico, una giornata rilassante e stupefacente. I laghetti si trovano all’interno della Riserva Naturale Orientata Cavagrande del Cassibile.
Si può iniziare partendo da Cavagrande, un paesaggio di pietre e natura, dove troviamo i primi laghi, un’acqua limpida e pulita al punto tale che vi sembrerà di stare in uno di quei luoghi che gli uomini devono ancora scoprire.

Come arrivare ai laghetti di Avola

In auto o per i più sportivi anche a piedi è possibile raggiungere la Gola di Cava Grande, uno scenario fantastico, dove potrete ammirare le pareti calcaree che si estendono fino ad andare a picco sul fondo valle, dove l’acqua si apre in tantissimi suggestivi laghetti. Sicuramente la sensazione che vi pervaderà vicino alle pareti di rocce è quello di essere un piccolo puntino del mondo, perché se osservate bene tutto il panorama vi sentirete una formichina nel grande mondo della natura.
Grazie ad un piccolo e suggestivo sentiero che è possibile percorrere solamente a piedi è possibile raggiungere tutti i laghetti, ci si può rilassare sulle sponde e prendere il sole, respirare l’aria che è completamente incontaminata, si sente profumo di natura, delle piante secolari unite all’acqua cristallina.

Laghetti di Avola: un’escursione in natura in ogni stagione

È possibile visitare i laghetti in ogni stagione dell’anno, ma se volete immergervi nelle pulite e fresche acque vi consigliamo di recarvi ad Avola in estate. Un modo per vivere Avola in contatto con la natura è quello di andarci in campeggio. Sono molto i campeggi economici ad Avola, c’è l’imbarazzo della scelta!
Nella stagione estiva oltre al fatto che la natura è rigogliosa e si possono fare bagni nel lago, si hanno anche meno difficoltà nel percorrere i sentieri, che non sono impervi grazie alla continua manutenzione del personale del parco naturalistico, ma senza umidità le riserve naturali sono sempre più sicure. Se siete però sportivi ed amanti della natura anche lo scenario invernale, quel mix tra lugubre e magico, è sicuramente da vedere, i laghetti dove alberi spogli si specchiano sono uno spettacolo della natura.
In uno scorcio dei laghetti è possibile anche vedere una piccola apertura scavata nella roccia, ecco quella è denominata la Grotta dei Briganti, una delle tante testimonianze degli insediamenti rupestri. La storia narra che all’interno della piccola conca della roccia i primitivi avessero costruito una piccola conceria delle pelli, anche se fa parte del pensiero del popolo è bello guardare e fantasticare di poter trovare all’interno uomini al lavoro. Incamminandosi lungo il fiume è possibile ammirare dei paesaggi mozzafiato ed in mezz’ora circa si raggiunge una zona dove il fiume ha creato delle vere e proprie piscine naturali dove è possibile prendere sole e rilassarsi.

By Carlo Columba http://www.columba.ituploaded by Esculapio (http://galleriafotograficasiciliana.eu) [CC BY-SA 2.5], >via Wikimedia Commons

Check Also

Parco Zoo Safari di Ravenna

A due passi da Ravenna, città per tre volte capitale nella sua storia e ricchissima ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *